[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[Web Creator] [LMSOFT]
DEDICATO A P. KONDRAKIS
Certamente il mio amore per la Bellezza è nato in Grecia. Tra i vigneti e i fichi della Grecia. Ancora bambina, mi aggiravo tra gli sguardi di uomini e donne che custodivano dentro di sé il segreto di un’identità profonda e misteriosa, almeno ai miei occhi. Sono cresciuta in mezzo ai profumi della lavanda e del mandorlo, tra l’allegria del Sirtaki e del Bouzouki un poco struggente; ho posato i miei piedini su una terra semplice e a volte scontrosa, ma capace di offrire agli sguardi la ricchezza degli ulivi. Mio padre e mia madre mi hanno indicato un passaggio tra le spezie e le olive carnose, tra la cannella e l’asprezza del latte di capra; ho imparato grazie a loro ad apprezzare il sapore antico dei formaggi nati dalle mani dei pastori. Ho imparato ad ascoltare le storie infinite di un popolo che ha trovato la sua grandezza anche nelle sue tragicità, e ho imparato a scovare in quelle storie le mie radici più lontane. Protetta da chi ancora credeva che i "pedià" fossero una grande ricchezza, ho assaporato la freschezza del mare solcato da Ulisse, ho intuito il mistero di Minosse e la maestosità di Agamennone; sono stata accecata dal bianco delle colonne dei templi e delle Cariatidi. Forse c’è stato un istante preciso e irripetibile in cui ho temuto anche Zeus, davanti a una sua statua bronzea. E ho amato il cobalto dell’Egeo, che arrivava sempre inaspettato,dopo un viaggio che sembrava infinito, perché lunghi e lenti sono i viaggi verso la scoperta di sé. Ho guardato con rispetto le donne vestite di nero, e gli uomini che bevevano ouzo nei cafeneion. Ho amato il profumo del pane appena sfornato; ho amato il colore dell’uva appena colta, e il sapore delle barrette di sesamo e miele. Ho respirato a pieni polmoni l’odore della terra di Grecia arsa dal sole, e la saggezza inconsapevole di un popolo capace ancora di sognare, e di insegnare.
                                                                                                    
Roberta R.
Egeo Pelagos